Le parole del Direttore Generale Simone Morlupo per un primo bilancio d’inizio stagione.

BILANCIO D’INIZIO STAGIONE – “In relazione alle aspettative per questa stagione a livello di Agonistica posso dire che le sensazioni sono positive, i gruppi sono innanzitutto numerosi e coesi, proseguendo il trend di crescere e valorizzare i ragazzi dall’interno con qualche nuovo innesto che possa dare valore alle squadre. Abbiamo tutte categorie regionali e questo per noi è un grande risultato, un grande motivo di orgoglio, nonostante magari il “problema” del campo in terra, riusciamo a coinvolgere i ragazzi e le famiglie seguendo i valori che ci hanno sempre contraddistinto. Grande merito è dello staff tecnico che svolge costantemente un grande lavoro”

SENSO D’APPARTENENZA – “Come vogliamo “crescere” i ragazzi in casa, lo stesso discorso vale per i tecnici che all’80% sono stati sempre con noi, prima come atleti ed ora come istruttori ed allenatori. Grazie al loro impegno ed al percorso formativo dell’ AC Milan Academy posso dire che abbiamo un quadro tecnico di assoluto livello, con qualità in primis umane e poi tecniche. L’obiettivo generale è di creare uno stile G. Castello dove tutti possano riconoscersi. Questa è la nostra forza, questo è il nostro senso di appartenenza che ci spinge a lavorare al meglio per la crescita individuale, della squadra e della stessa società, condividendo alla base gli stessi principi a partire dall’educazione ed il rispetto”

RIPARTIRE PER NON FERMARSI – “Finalmente rivedere i ragazzi in campo è una vera e propria liberazione, con la speranza di non fermarci più. L’aspetto più importante è che oggi i ragazzi, dai più grandi ai più piccoli, si allenano durante la settimana per preparare ed in attesa della partita del weekend. Sarà banale, ma è un elemento fondamentale soprattutto a livello motivazionale. Questo è ciò che ci è mancato di più, l’essenza del confronto che è alla base della crescita sportiva e non di ogni individuo. C’è grande entusiasmo, i ragazzi si stanno impegnando tutti tantissimo, leggo nei loro volti la voglia e la gioia di giocare. Per darvi un’idea, dall’inizio dell’attività ad oggi abbiamo quasi il 100% di presenze in tutti i gruppi. Un dato significativo, emblematico della situazione e della voglia di tornare a giocare e divertirsi”