Intervista a Mister Piersandro Biagiotti

3 Dic 2020 | News

Intervista a Mister Piersandro Biagiotti

3 Dic 2020 | News

Le parole di Mister Piersandro Biagiotti, tecnico degli Under 15 Provinciali dell’Academy G. Castello, sono cariche di significato e ci fanno riflettere.
Una riflessione su più fronti dal momento attuale passando per i pregi e difetti del suo gruppo per concludere con il rapporto che le nuove generazioni hanno con il calcio rispetto a quelle passate.
IL MOMENTO ATTUALE – “I ragazzi si stanno superando, stanno affrontando la situazione d’ emergenza con serietà ,prudenza e rispetto delle regole. Non deve essere assolutamente facile per loro rinunciare alle partite, anche in allenamento. Abbiamo reintrodotto, per avere distanziamento in campo, vecchi giochi di strada, come ” Porta a porta” , ” Pali ,traverse, incroci” ma anche la “Tedesca” dove ci sono tantissimi gesti tecnici. Credo molto nei giochi di strada, anzi ti dico che durante le gare dei ” primi calci”, se fossi la federazione, eliminerei il fallo laterale e la rimessa dal fondo e lo sostituirei con il battimuro.”
IL GRUPPO – “Tra i pregi del mio gruppo sicuramente il principale è che sto a contatto  con ragazzi seri che hanno voglia di allenarsi e di imparare. La loro curiosità non ha limiti e sicuramente li porterà ad un ampia formazione calcistica. Tra i difetti ,forse che ancora non sono riusciti ad amalgamarsi bene tra vecchi e nuovi, ma non potendo fare vita da spogliatoio per motivi Covid e avendo fatto solo 3 amichevoli, siamo rimasti un po’ indietro. Per risolvere ciò li ho divisi in 5 gruppi misti da 5 e ho chiesto di prepararmi un esercitazione che ogni gruppo presenterà nella mezz’ ora finale d’ allenamento al posto della partitina che non possiamo fare. Ho dato i compiti a casa, mi piace avere “allenatori in campo”.”
IL CALCIO PER LE NUOVE GENERAZIONI – “Ho spesso pensato che tra quello che ti accade durante una gara e quello che ti accade nella vita ci siano tante similitudini: fare una scelta, capirne le conseguenze, aiutare, soffrire, riuscire ecc. quindi credo che lo sport sarà eternamente formativo. È  vero che i ragazzi sono cambiati ,ma anche la mia generazione era diversa dalla precedente.  A volte si cade nel tranello di considerare l’ultima generazione più superficiale, più immatura, ma non credo sia  cosi. Ho molta fiducia in loro,nei giovani, quindi è un bene che sia diversa,deve essere diversa. Io e i miei colleghi siamo fortunati a crescere con loro ed anche ad imparare da loro, ma abbiamo anche la responsabilità di essere un esempio per coloro che un giorno saranno i nonni di questo secolo.”

dalla bacheca

Portiere ed arbitro: il doppio percorso di Pier Goya

Portiere ed arbitro: il doppio percorso di Pier Goya

Una storia che può essere da esempio, sicuramente "unica", ma che dice tanto. La scorsa settimana, il nostro Pier Goya - portiere della formazione Under 15 classe 2008 - ha fatto l'esordio ufficiale come arbitro. Un doppio ruolo con tante responsabilità, un doppio...

Under 14 Elite: il Castello conquista la salvezza matematica

Under 14 Elite: il Castello conquista la salvezza matematica

Un traguardo importante, essenziale, da ricordare per il nostro Club. In un Girone complicato, in una categoria altrettanto complessa i ragazzi di Mister Litrenta raggiungono l'obiettivo salvezza con due giornate di anticipo. Queste le parole piene di orgoglio del...

Memorial Giordano Ciarpella. Le parole di Di Cicco

Memorial Giordano Ciarpella. Le parole di Di Cicco

Le parole di Emiliano Di Cicco, dopo l' Ottava Edizione del Memorial Giordano Ciarpella: "Si conclude l' Ottava Edizione del Memorial Giordano Ciarpella con un po' di rammarico per il maltempo che ha fatto saltare qualche sorpresa in più per i genitori e i ragazzi....